Cortometraggio della serie "Web Reputation 2013", campagna audiovisiva di comunicazione e sensibilizzazione giovanile contro i pericoli della rete promossa dalla Giunta Regionale del Friuli Venezia Giulia / Corecom - AgCom FVG. Lo studio scientifico, l'ideazione (concept e sceneggiatura) e la realizzazione (regia e montaggio) sono di Marco Rossitti. La versione integrale del cortometraggio è visionabile online nel Portfolio: https://www.youtube.com/playlist?list=PLVkEedI6y36rF4B0_THVxA-wElJUXhdwK CONTENUTI: Non sempre il massiccio utilizzo delle nuove tecnologie si accompagna a una precisa consapevolezza degli effetti di azioni che si compiono nel mondo “virtuale”, ma che finiscono per avere conseguenze nel mondo “reale”. Questo è maggiormente vero per i ragazzi, che pur essendo molto abili nell’utilizzo di apparecchi elettronici e di internet, spesso non si rendono conto che, nella loro navigazione, lasciano una traccia, il più delle volte indelebile e universalmente disponibile, su chi sono, cosa fanno e come si comportano. Queste informazioni alimentano nell’immediato la così detta “web reputation”, cioè l’identità virtuale, ma nel lungo termine costituiscono la fonte dalla quale chiunque e in qualunque momento può trarre notizie da cui derivare una considerazione positiva o negativa sulla persona. È nota, ad esempio, la prassi ormai consolidata di molte società che si occupano di ricerca del personale, di verificare la credibilità di un potenziale candidato attraverso il suo profilo Facebook. Esso è infatti rivelatore formidabile delle opinioni e della storia di una persona, storia di cui diventano artefici, nel bene e nel male, anche gli altri, gli “amici”. Negli ultimi anni il Corecom e la Struttura del garante dell’infanzia e dell’adolescenza hanno collaborato ad attività di promozione che ponevano l’accento sui pericoli e sui rischi nell’uso delle nuove tecnologie. L’esperienza maturata ha fatto riflettere l'ente sull’importanza di fornire non soltanto messaggi allarmistici, spesso sottovalutati dai ragazzi, ma di stimolare a un utilizzo più accorto, che possa avere conseguenze positive per il loro futuro. Internet e le nuove tecnologie costituiscono un’opportunità formidabile di comunicare e di entrare i relazione con il mondo: è questo messaggio che va valorizzato, attraverso lo sviluppo nei giovani di adeguate competenze assertive, attente cioè alle ricadute comunicative delle proprie azioni. Attraverso una maggiore consapevolezza delle conseguenze dei loro comportamenti sulla rete, i ragazzi possono essere stimolati a costruirsi una reputazione virtuale di cui un domani non solo non si debbano pentire, ma che possa costituire fonte di opportunità. L’acquisita consapevolezza sull’uso della tecnologia può tradursi anche in comportamenti coerenti nel rispetto della reputazione altrui: troppo spesso infatti le cronache ci hanno dimostrato quanto sia facile distruggere la credibilità di una persona e quanto sia difficile rimediare in modo efficace a un comportamento sconsiderato, fatto circolare attraverso le nuove tecnologie. Per veicolare i messaggi associati alla web reputation, sono stati realizzati 2 cortometraggi e 4 mini-spot in grado di attirare l’attenzione di un pubblico giovane e quindi abituato a usufruire di questi strumenti di comunicazione. L’ambientazione è familiare e i gli attori protagonisti sono essi stessi giovani adolescenti, in cui i ragazzi si possono facilmente identificare. Gli spot sono filmati brevissimi che puntano a far riflettere sull’impossibilità di “tornare indietro” quando si affida alla rete un’informazione, un dato, una foto o altro materiale personale. Le immagini sono metaforicamente associate ad una bustina di the, un salvadanaio, un tubetto di dentifricio e un tatuaggio. Tali immagini sono richiamate anche nei due cortometraggi, che puntano a evidenziare le possibili conseguenze dell’affidare incautamente le proprie confidenze alla rete. I video sono stati realizzati con tecnologie in altissima definizione e resi disponibili sul sito dell'ente e a tutte le istituzioni che gliene faranno richiesta.

"Lara" - Web Reputation 2013 (Opus #1)

ROSSITTI, Marco
2013

Abstract

Cortometraggio della serie "Web Reputation 2013", campagna audiovisiva di comunicazione e sensibilizzazione giovanile contro i pericoli della rete promossa dalla Giunta Regionale del Friuli Venezia Giulia / Corecom - AgCom FVG. Lo studio scientifico, l'ideazione (concept e sceneggiatura) e la realizzazione (regia e montaggio) sono di Marco Rossitti. La versione integrale del cortometraggio è visionabile online nel Portfolio: https://www.youtube.com/playlist?list=PLVkEedI6y36rF4B0_THVxA-wElJUXhdwK CONTENUTI: Non sempre il massiccio utilizzo delle nuove tecnologie si accompagna a una precisa consapevolezza degli effetti di azioni che si compiono nel mondo “virtuale”, ma che finiscono per avere conseguenze nel mondo “reale”. Questo è maggiormente vero per i ragazzi, che pur essendo molto abili nell’utilizzo di apparecchi elettronici e di internet, spesso non si rendono conto che, nella loro navigazione, lasciano una traccia, il più delle volte indelebile e universalmente disponibile, su chi sono, cosa fanno e come si comportano. Queste informazioni alimentano nell’immediato la così detta “web reputation”, cioè l’identità virtuale, ma nel lungo termine costituiscono la fonte dalla quale chiunque e in qualunque momento può trarre notizie da cui derivare una considerazione positiva o negativa sulla persona. È nota, ad esempio, la prassi ormai consolidata di molte società che si occupano di ricerca del personale, di verificare la credibilità di un potenziale candidato attraverso il suo profilo Facebook. Esso è infatti rivelatore formidabile delle opinioni e della storia di una persona, storia di cui diventano artefici, nel bene e nel male, anche gli altri, gli “amici”. Negli ultimi anni il Corecom e la Struttura del garante dell’infanzia e dell’adolescenza hanno collaborato ad attività di promozione che ponevano l’accento sui pericoli e sui rischi nell’uso delle nuove tecnologie. L’esperienza maturata ha fatto riflettere l'ente sull’importanza di fornire non soltanto messaggi allarmistici, spesso sottovalutati dai ragazzi, ma di stimolare a un utilizzo più accorto, che possa avere conseguenze positive per il loro futuro. Internet e le nuove tecnologie costituiscono un’opportunità formidabile di comunicare e di entrare i relazione con il mondo: è questo messaggio che va valorizzato, attraverso lo sviluppo nei giovani di adeguate competenze assertive, attente cioè alle ricadute comunicative delle proprie azioni. Attraverso una maggiore consapevolezza delle conseguenze dei loro comportamenti sulla rete, i ragazzi possono essere stimolati a costruirsi una reputazione virtuale di cui un domani non solo non si debbano pentire, ma che possa costituire fonte di opportunità. L’acquisita consapevolezza sull’uso della tecnologia può tradursi anche in comportamenti coerenti nel rispetto della reputazione altrui: troppo spesso infatti le cronache ci hanno dimostrato quanto sia facile distruggere la credibilità di una persona e quanto sia difficile rimediare in modo efficace a un comportamento sconsiderato, fatto circolare attraverso le nuove tecnologie. Per veicolare i messaggi associati alla web reputation, sono stati realizzati 2 cortometraggi e 4 mini-spot in grado di attirare l’attenzione di un pubblico giovane e quindi abituato a usufruire di questi strumenti di comunicazione. L’ambientazione è familiare e i gli attori protagonisti sono essi stessi giovani adolescenti, in cui i ragazzi si possono facilmente identificare. Gli spot sono filmati brevissimi che puntano a far riflettere sull’impossibilità di “tornare indietro” quando si affida alla rete un’informazione, un dato, una foto o altro materiale personale. Le immagini sono metaforicamente associate ad una bustina di the, un salvadanaio, un tubetto di dentifricio e un tatuaggio. Tali immagini sono richiamate anche nei due cortometraggi, che puntano a evidenziare le possibili conseguenze dell’affidare incautamente le proprie confidenze alla rete. I video sono stati realizzati con tecnologie in altissima definizione e resi disponibili sul sito dell'ente e a tutte le istituzioni che gliene faranno richiesta.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/1050992
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact