Dante e Marsilio: due vie alla naturalizzazione della politica