Le aporie del “nuovo”: un “articoletto” di Robert Walser