Quaderno 1958. Trascrizione e note al testo di Stefania Siddu