L’energia rappresenta un fattore fondamentale per lo sviluppo economico e di conseguenza per la generazione di ricchezza in un Paese. Attualmente in Italia l’energia idroelettrica è la principale risorsa alternativa alle fonti fossili e garantisce circa il 15% della produzione lorda di energia elettrica. Tuttavia, i grandi impianti idroelettrici (con potenza elettrica installata superiore a 10 MW) possono avere pesanti impatti ambientali; per questo motivo la tendenza degli ultimi anni è quella di costruire e valorizzare impianti idroelettrici di piccole dimensioni. L’impianto idroelettrico denominato “Torlano”, costruito negli anni ’40 del secolo scorso, è ubicato in Regione Friuli Venezia Giulia nella Valle del Cornappo, nei territori comunali di Taipana e Nimis in provincia di Udine; rientra nella categoria degli impianti di piccola derivazione, con potenza nominale originariamente installata di 2300 kW. Nel corso degli anni 2011 e 2012 l’impianto è stato oggetto di un intervento di rifacimento parziale, ammodernamento e messa in sicurezza con sostituzione del macchinario di generazione e di tutta la parte elettrica connessa all’esercizio, che ha permesso di migliorarne l’efficienza produttiva. Grazie agli interventi eseguiti, l’impianto rientra nei parametri previsti dalla legislazione per il riconoscimento della qualifica di “IAFR” (Impianto Alimentato da Fonti Rinnovabili), potendo di conseguenza accedere agli incentivi statali previsti.

Dall’acqua energia pulita per il futuro. La centrale elettrica di Torlano

Geatti Paola
Membro del Collaboration Group
;
Novelli Veronica
Membro del Collaboration Group
;
Ceccon Luciano
Membro del Collaboration Group
;
2018

Abstract

L’energia rappresenta un fattore fondamentale per lo sviluppo economico e di conseguenza per la generazione di ricchezza in un Paese. Attualmente in Italia l’energia idroelettrica è la principale risorsa alternativa alle fonti fossili e garantisce circa il 15% della produzione lorda di energia elettrica. Tuttavia, i grandi impianti idroelettrici (con potenza elettrica installata superiore a 10 MW) possono avere pesanti impatti ambientali; per questo motivo la tendenza degli ultimi anni è quella di costruire e valorizzare impianti idroelettrici di piccole dimensioni. L’impianto idroelettrico denominato “Torlano”, costruito negli anni ’40 del secolo scorso, è ubicato in Regione Friuli Venezia Giulia nella Valle del Cornappo, nei territori comunali di Taipana e Nimis in provincia di Udine; rientra nella categoria degli impianti di piccola derivazione, con potenza nominale originariamente installata di 2300 kW. Nel corso degli anni 2011 e 2012 l’impianto è stato oggetto di un intervento di rifacimento parziale, ammodernamento e messa in sicurezza con sostituzione del macchinario di generazione e di tutta la parte elettrica connessa all’esercizio, che ha permesso di migliorarne l’efficienza produttiva. Grazie agli interventi eseguiti, l’impianto rientra nei parametri previsti dalla legislazione per il riconoscimento della qualifica di “IAFR” (Impianto Alimentato da Fonti Rinnovabili), potendo di conseguenza accedere agli incentivi statali previsti.
978-88-943351-0-1
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
AISME 2018- Centrale idroelettrica di Torlano.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Non pubblico
Dimensione 9.31 MB
Formato Adobe PDF
9.31 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/1125778
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact