XXV Lettera: L'uomo di campagna