Il volume nasce e si sviluppa a partire dalle esperienze di ricerca, di insegnamento, di formazione dell’autrice, e vuole prima di tutto delineare un quadro articolato e il più possibile completo dell’insegnamento dell’italiano come lingua seconda in contesto scolastico. Pur di fronte ad una presenza sempre più massiccia di allievi stranieri e non italofoni nella scuola italiana, non considerabile fenomeno passeggero e marginale, le riflessioni e gli approfondimenti scientifici sull’italiano come lingua seconda in prospettiva glottodidattica si sono sviluppati soltanto negli ultimi anni: il volume vuole quindi dare un contributo significativo nel delineare un quadro unitario che tenga conto dei versanti pedagogico, psicolinguistico, sociolinguistico che caratterizzano l’insegnamento dell’italiano come lingua seconda, che integri in modo coerente le ricerche e le esperienze compiute in campo nazionale e internazionale con la situazione contingente presente in Italia. Il tema di questa monografia inoltre non tocca solo la glottodidattica e la scuola: insegnare l’italiano agli stranieri male o bene, insegnarlo o non insegnarlo, non significa solo fare o non fare il proprio lavoro di insegnante, ma incidere in modo profondo sulla personalità del discente e sulla struttura della società di domani: la lingua infatti è strumento di identificazione sociale, culturale, etnico-politico. Il testo propone una chiave di lettura della glottodidattica dell’italiano come lingua seconda in contesto scolastico interdisciplinare, integrata, sistemica e ecologica; passa poi alla definizione di bilinguismo e di lingua seconda dal punto di vista sociolinguistico, psicolinguistico, pedagogico, cognitivo, interculturale, glottodidattico e all’individuazione delle coordinate, in termini di approccio e metodi, che meglio si applicano al contesto scolastico plurilingue e pluriculturale. Coerentemente con l’impianto teorico-pratico della disciplina glottodidattica, il testo affronta anche il piano più operativo, analizzando e proponendo modelli didattici e organizzativi per i due grandi ambiti dell’insegnamento dell’italiano come lingua seconda: la lingua per comunicare e la lingua per studiare.

Italiano come lingua seconda. Elementi di didattica

LUISE, MARIA CECILIA
2006

Abstract

Il volume nasce e si sviluppa a partire dalle esperienze di ricerca, di insegnamento, di formazione dell’autrice, e vuole prima di tutto delineare un quadro articolato e il più possibile completo dell’insegnamento dell’italiano come lingua seconda in contesto scolastico. Pur di fronte ad una presenza sempre più massiccia di allievi stranieri e non italofoni nella scuola italiana, non considerabile fenomeno passeggero e marginale, le riflessioni e gli approfondimenti scientifici sull’italiano come lingua seconda in prospettiva glottodidattica si sono sviluppati soltanto negli ultimi anni: il volume vuole quindi dare un contributo significativo nel delineare un quadro unitario che tenga conto dei versanti pedagogico, psicolinguistico, sociolinguistico che caratterizzano l’insegnamento dell’italiano come lingua seconda, che integri in modo coerente le ricerche e le esperienze compiute in campo nazionale e internazionale con la situazione contingente presente in Italia. Il tema di questa monografia inoltre non tocca solo la glottodidattica e la scuola: insegnare l’italiano agli stranieri male o bene, insegnarlo o non insegnarlo, non significa solo fare o non fare il proprio lavoro di insegnante, ma incidere in modo profondo sulla personalità del discente e sulla struttura della società di domani: la lingua infatti è strumento di identificazione sociale, culturale, etnico-politico. Il testo propone una chiave di lettura della glottodidattica dell’italiano come lingua seconda in contesto scolastico interdisciplinare, integrata, sistemica e ecologica; passa poi alla definizione di bilinguismo e di lingua seconda dal punto di vista sociolinguistico, psicolinguistico, pedagogico, cognitivo, interculturale, glottodidattico e all’individuazione delle coordinate, in termini di approccio e metodi, che meglio si applicano al contesto scolastico plurilingue e pluriculturale. Coerentemente con l’impianto teorico-pratico della disciplina glottodidattica, il testo affronta anche il piano più operativo, analizzando e proponendo modelli didattici e organizzativi per i due grandi ambiti dell’insegnamento dell’italiano come lingua seconda: la lingua per comunicare e la lingua per studiare.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/1125996
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact