Un test massivo di ricarica artificiale di acquiferi è stato condotto a Mereto (UD) tra marzo e ottobre 2014. Un volume di circa 10 m3/giorno è stato infiltrato attraverso un bacino di estensione 50x13 m2 e profondità 6 m. Un modello locale 3D agli EF dell'acquifero freatico è stato calibrato utilizzando i dati del monitoraggio idrologico e idrogeofisico del test. Un modello numerico alla scala dell'alta pianura friulana ha evidenziato come l'utilizzo simultaneo dei bacini di ricarica presenti sul territorio possa contrastare l'abbassamento della falda freatica.

Ricarica artificiale di acquiferi prealpini. Monitoraggio e modellazione del sito di Mereto, Friuli

Grazia Martelli;
2016

Abstract

Un test massivo di ricarica artificiale di acquiferi è stato condotto a Mereto (UD) tra marzo e ottobre 2014. Un volume di circa 10 m3/giorno è stato infiltrato attraverso un bacino di estensione 50x13 m2 e profondità 6 m. Un modello locale 3D agli EF dell'acquifero freatico è stato calibrato utilizzando i dati del monitoraggio idrologico e idrogeofisico del test. Un modello numerico alla scala dell'alta pianura friulana ha evidenziato come l'utilizzo simultaneo dei bacini di ricarica presenti sul territorio possa contrastare l'abbassamento della falda freatica.
9788898010400
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Martelli 2016.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Non pubblico
Dimensione 603.75 kB
Formato Adobe PDF
603.75 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/1130193
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact