I visual studies: critica o ideologia dell'immagine?