edatto nel 1969 su incarico dell’Università di Palermo, il progetto – elaborato da Vittorio Gregotti e Gino Pollini – rappresenta la prima vera occasione per sperimentare e applicare in concreto gli esiti di quella ricerca teorica già avviata da Gregotti e concretizzatasi con la pubblicazione nel 1966 de Il territorio dell’architettura. I nuovi dipartimenti di Scienze a Parco d’Orleans, capostipiti di una serie successiva di progetti e realizzazioni, sono l’occasione per intervenire su un particolare contesto urbano, indagando i rapporti tra architettura e territorio, tra progetto a grande scala e contesto urbano, condensando e risolvendo costruttivamente problematiche e marginalità urbana dell’intervento nella costruzione di «un tratto esemplare di città, in un campione di una Palermo migliore». I materiali fotografici appartenenti all’archivio Vittorio Gregotti – oggi di proprietà del CASVA - Centro Alti Studi per le Arti Visive del Comune di Milano – raccontano delle diverse fasi del progetto: dalla costruzione dei diversi modelli di studio, alla programmatica documentazione del cantiere, all’opera realizzata, abitata da studenti e professori. Si tratta nel complesso di materiale eterogeneo per composizione – stampe di vario formato, Dia, pellicole fotografiche e lastre negative in vetro – sommariamente ordinato e in larghissima parte riconducibile ai reportage realizzati a partire dal 1980 da Roberto Collovà e Mimmo Jodice. Le foto qui pubblicate sono solo una parte del ricco lavoro di documentazione portato avanti da Mimmo Jodice durante le diverse fasi di costruzione del complesso universitario. In particolare le foto testimoniano l’ultimo stadio del cantiere e raccontano quel doppio registro del progetto che tiene insieme scala architettonica e paesaggistica.

Vittorio Gregotti, Gino Pollini. Nuovi dipartimenti di Scienze dell'Università di Palermo

Matteo Iannello
2018

Abstract

edatto nel 1969 su incarico dell’Università di Palermo, il progetto – elaborato da Vittorio Gregotti e Gino Pollini – rappresenta la prima vera occasione per sperimentare e applicare in concreto gli esiti di quella ricerca teorica già avviata da Gregotti e concretizzatasi con la pubblicazione nel 1966 de Il territorio dell’architettura. I nuovi dipartimenti di Scienze a Parco d’Orleans, capostipiti di una serie successiva di progetti e realizzazioni, sono l’occasione per intervenire su un particolare contesto urbano, indagando i rapporti tra architettura e territorio, tra progetto a grande scala e contesto urbano, condensando e risolvendo costruttivamente problematiche e marginalità urbana dell’intervento nella costruzione di «un tratto esemplare di città, in un campione di una Palermo migliore». I materiali fotografici appartenenti all’archivio Vittorio Gregotti – oggi di proprietà del CASVA - Centro Alti Studi per le Arti Visive del Comune di Milano – raccontano delle diverse fasi del progetto: dalla costruzione dei diversi modelli di studio, alla programmatica documentazione del cantiere, all’opera realizzata, abitata da studenti e professori. Si tratta nel complesso di materiale eterogeneo per composizione – stampe di vario formato, Dia, pellicole fotografiche e lastre negative in vetro – sommariamente ordinato e in larghissima parte riconducibile ai reportage realizzati a partire dal 1980 da Roberto Collovà e Mimmo Jodice. Le foto qui pubblicate sono solo una parte del ricco lavoro di documentazione portato avanti da Mimmo Jodice durante le diverse fasi di costruzione del complesso universitario. In particolare le foto testimoniano l’ultimo stadio del cantiere e raccontano quel doppio registro del progetto che tiene insieme scala architettonica e paesaggistica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/1215744
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact