Mercanti, conoscitori, amateurs nella Firenze di metà Ottocento: Spence, Cavalcaselle e Ruskin