L’affermazione della differenza come nuova mitologia ed il senso del dialogo