L'Europa tra nostalgie imperialistiche e senso d'impotenza: la fatale connessione dell"indimenticabile" 1956