419. Lettera di uno scrittore inesperto