L'Autrice analizza la nuova disciplina dell'avviamento al lavoro dopo la fine del monopolio del collocamento pubblico e l'ingresso dei privati, a seguito di una evoluzione lunga e frammentaria in cui le norme interne s'intrecciano più del solito con le norme comunitarie e internazionali. Le funzioni, i poteri, gli organi sono descritti e analizzati al fine di chiarire e descrivere la disciplina del mercato del lavoro, dopo il pieno riconoscimento del potere amministrativo e legislativo a Regioni, Province e altri Enti locali. Si evidenzia anche che dopo l'ingresso dei privati resta necessario un collocamento pubblico, impostato sulla concorrenza e sul principio della leale collaborazione.

L'avviamento al lavoro fra liberalizzazione e decentramento

FILI', Valeria
2002

Abstract

L'Autrice analizza la nuova disciplina dell'avviamento al lavoro dopo la fine del monopolio del collocamento pubblico e l'ingresso dei privati, a seguito di una evoluzione lunga e frammentaria in cui le norme interne s'intrecciano più del solito con le norme comunitarie e internazionali. Le funzioni, i poteri, gli organi sono descritti e analizzati al fine di chiarire e descrivere la disciplina del mercato del lavoro, dopo il pieno riconoscimento del potere amministrativo e legislativo a Regioni, Province e altri Enti locali. Si evidenzia anche che dopo l'ingresso dei privati resta necessario un collocamento pubblico, impostato sulla concorrenza e sul principio della leale collaborazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/678391
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact