Questo articolo esamina le dissonanze e le consonanze tra la vita e l’opera azoriniana e lorchiana, soffermandosi soprattutto sull’originale interpretazione che il grande scrittore alicantino diede del Poema del cante jondo in un penetrante e suggestivo articolo del 1931 (“Huellas en la arena – Los cuatro dones”), attento alle geometrie metaforiche della raccolta, al suo intenso cromatismo, alla sua natura soffertamene antitetica.

García Lorca e Azorín: contrasti e affinità ‘a distanza’

LONDERO, Renata
1999

Abstract

Questo articolo esamina le dissonanze e le consonanze tra la vita e l’opera azoriniana e lorchiana, soffermandosi soprattutto sull’originale interpretazione che il grande scrittore alicantino diede del Poema del cante jondo in un penetrante e suggestivo articolo del 1931 (“Huellas en la arena – Los cuatro dones”), attento alle geometrie metaforiche della raccolta, al suo intenso cromatismo, alla sua natura soffertamene antitetica.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Lorca e Azorín.pdf

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Non pubblico
Dimensione 1.1 MB
Formato Adobe PDF
1.1 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/678530
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact