La partitura del 1914 tra equivoci e malintesi