Il lavoro documenta la particolarità di impiego di elementi di Pietra d’Istria nelle costruzioni rurali della Bassa Pianura Friulana, area compresa tra la linea delle risorgive e i corsi d’acqua che da queste traggono origine (fiumi Stella, Corno e Ausa). Le fonti storiche permettono di verificare l’approvvigionamento di blocchi di pietra, cavati nell’area istriana e smistati nell’entroterra friulano, dall’età romana e fino al tempo delle dominazioni veneta e austriaca, prevalentemente in forma di elementi architettonici. A questo utilizzo diffuso e di interesse della storia dell’arte si affianca, l’uso specifico approfondito nell’area oggetto di studio dove ragioni storiche, economiche e geografiche hanno favorito, in un periodo collocabile tra il XVIII e il XIX secolo, l’impiego della Pietra d’Istria in elementi a spacco di dimensioni variabili, quale materiale da costruzione. | The work deals about the use of Istria stone elements in rural buildings of Friuli Lower Plane, an area comprised among the resurgence line, from which perennial rivers origin (Stella, Corno and Ausa Rivers). Historical references speak about the arrival of stones from Istria Peninsula - from Roman period to Austrian domination - mainly architectural elements. However, a different use of Istria stone is visible in rural buildings, in which rough blocks, of different sizes and different shapes, are used as building material, between the XVIII and the XIX century. The work in focused on this use.

Istria dimension stone walls in Friuli plane (NE Italy)

FRANGIPANE, Anna
2004

Abstract

Il lavoro documenta la particolarità di impiego di elementi di Pietra d’Istria nelle costruzioni rurali della Bassa Pianura Friulana, area compresa tra la linea delle risorgive e i corsi d’acqua che da queste traggono origine (fiumi Stella, Corno e Ausa). Le fonti storiche permettono di verificare l’approvvigionamento di blocchi di pietra, cavati nell’area istriana e smistati nell’entroterra friulano, dall’età romana e fino al tempo delle dominazioni veneta e austriaca, prevalentemente in forma di elementi architettonici. A questo utilizzo diffuso e di interesse della storia dell’arte si affianca, l’uso specifico approfondito nell’area oggetto di studio dove ragioni storiche, economiche e geografiche hanno favorito, in un periodo collocabile tra il XVIII e il XIX secolo, l’impiego della Pietra d’Istria in elementi a spacco di dimensioni variabili, quale materiale da costruzione. | The work deals about the use of Istria stone elements in rural buildings of Friuli Lower Plane, an area comprised among the resurgence line, from which perennial rivers origin (Stella, Corno and Ausa Rivers). Historical references speak about the arrival of stones from Istria Peninsula - from Roman period to Austrian domination - mainly architectural elements. However, a different use of Istria stone is visible in rural buildings, in which rough blocks, of different sizes and different shapes, are used as building material, between the XVIII and the XIX century. The work in focused on this use.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2004_Frangipane_Cluj-Napoca.pdf

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Non pubblico
Dimensione 4.86 MB
Formato Adobe PDF
4.86 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/855201
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact