In questo capitolo sono trattate le due principali tecnologie avanzate di protezione sismica che prevedono l’inserimento di dispositivi fluido-viscosi pressurizzati all’interno della compagine in elevazione delle strutture, rappresentate dal sistema a controventi dissipativi e da quello a cavi smorzanti. Rimandando ad un precedente capitolo del volume per gli aspetti di caratterizzazione meccanica e di analisi di questa classe di dispositivi, nonché per il loro impiego nell’isolamento alla base, nella presente sezione sono proposte alcune note di sintesi degli studi condotti dagli autori sui due sistemi di dissipazione, con particolare riguardo alla sperimentazione ed alla modellazione che ne sono state sviluppate, ed alla definizione di specifici metodi di progetto. Viene quindi discussa l’applicazione simulata ad un caso dimostrativo per il più interessante campo d’impiego di entrambe le tecnologie, rappresentato dal miglioramento e adeguamento sismico degli edifici a struttura intelaiata. Al riguardo, è dimostrativamente esaminato un fabbricato prenormativo ad uso scolastico in acciaio, per il quale sono posti a confronto i possibili schemi d’inserimento e le prestazioni ottenute nelle due ipotesi d’intervento, sulla base dei comuni obiettivi formulati in sede di progetto.

I dispositivi fluido-viscosi pressurizzati in sistemi di controventi dissipativi e di cavi smorzanti

SORACE, Stefano;
2009

Abstract

In questo capitolo sono trattate le due principali tecnologie avanzate di protezione sismica che prevedono l’inserimento di dispositivi fluido-viscosi pressurizzati all’interno della compagine in elevazione delle strutture, rappresentate dal sistema a controventi dissipativi e da quello a cavi smorzanti. Rimandando ad un precedente capitolo del volume per gli aspetti di caratterizzazione meccanica e di analisi di questa classe di dispositivi, nonché per il loro impiego nell’isolamento alla base, nella presente sezione sono proposte alcune note di sintesi degli studi condotti dagli autori sui due sistemi di dissipazione, con particolare riguardo alla sperimentazione ed alla modellazione che ne sono state sviluppate, ed alla definizione di specifici metodi di progetto. Viene quindi discussa l’applicazione simulata ad un caso dimostrativo per il più interessante campo d’impiego di entrambe le tecnologie, rappresentato dal miglioramento e adeguamento sismico degli edifici a struttura intelaiata. Al riguardo, è dimostrativamente esaminato un fabbricato prenormativo ad uso scolastico in acciaio, per il quale sono posti a confronto i possibili schemi d’inserimento e le prestazioni ottenute nelle due ipotesi d’intervento, sulla base dei comuni obiettivi formulati in sede di progetto.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Sorace_Terenzi_LibroCISM_Cap2.pdf

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Non pubblico
Dimensione 784.44 kB
Formato Adobe PDF
784.44 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/860875
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact