Si tratta della prima edizione critica informatizzata dello “Zibaldone di Pensieri” di Giacomo Leopardi ed è accompagnata dalla riproduzione delle 4526 pagine dell'autografo leopardiano, la cui presenza è parte integrante della fisionomia dell’edizione. Il testo dello "Zibaldone" è stato attentamente decifrato e fedelmente riprodotto nell'edizione critica attraverso un apparato filologico che registra le lezioni del manoscritto cancellate o corrette dall’autore, le parti del testo aggiunte tra le righe o sul margine del foglio, inoltre segnala anche lapsus e sviste dell’autore. In altri termini si tratta di un apparato critico che rende ragione degli interventi correttori più minuti, della loro disposizione sulla carta e, nei limiti del possibile, della loro cronologia, con una indicazione implicita della loro eziologia e della loro stratificazione genetica. Per dare un'idea della quantità degli interventi si segnala che, per esempio, sono state restituite nelle cancellature circa diecimila lettere e tredicimila parole. Questo perché la presente edizione segue un criterio rigorosamente oggettivo, rinunziando a scegliere fra ciò che si ritiene rilevante e ciò che si reputa privo di importanza, secondo una valutazione personale. Il CD-ROM prevede tre campi di ricerca. Il primo campo è quello della “Ricerca avanzata” e comprende una ricerca “tutto testo” oppure in sette specifiche aree del documento: pagina, anno, mese, giorno, cancellazioni, aggiunte, lapsus. Accanto all'apparato filologico vengono fornite le concordanze di singole parole, sintagmi, locuzioni e nomi che comprendono sia ciò che appartiene al testo definitivo sia ciò che è stato cancellato dall'autore. La ricerca per data non solo consente di avere tutti i testi scritti in un preciso momento, ma rende agevolmente disponibile un eccezionale repertorio datato della grafia leopardiana. Il secondo campo consiste nella “Ricerca Nomi” in cui sono stati elencati i nomi di tutti gli autori, editori e altri personaggi. Permette di ritrovare le occorrenze del nome, nel proprio contesto e nelle varie forme in cui compare nel testo leopardiano. Il terzo campo di ricerca è costituito dall’”Indice generale”, dove si trova la riproduzione fotografica degli indici creati da Leopardi per la consultazione dell’opera. In tutte le sezioni è possibile visualizzare il manoscritto leopardiano.

Zibaldone di Pensieri

BALLERINI, Monica;
2009

Abstract

Si tratta della prima edizione critica informatizzata dello “Zibaldone di Pensieri” di Giacomo Leopardi ed è accompagnata dalla riproduzione delle 4526 pagine dell'autografo leopardiano, la cui presenza è parte integrante della fisionomia dell’edizione. Il testo dello "Zibaldone" è stato attentamente decifrato e fedelmente riprodotto nell'edizione critica attraverso un apparato filologico che registra le lezioni del manoscritto cancellate o corrette dall’autore, le parti del testo aggiunte tra le righe o sul margine del foglio, inoltre segnala anche lapsus e sviste dell’autore. In altri termini si tratta di un apparato critico che rende ragione degli interventi correttori più minuti, della loro disposizione sulla carta e, nei limiti del possibile, della loro cronologia, con una indicazione implicita della loro eziologia e della loro stratificazione genetica. Per dare un'idea della quantità degli interventi si segnala che, per esempio, sono state restituite nelle cancellature circa diecimila lettere e tredicimila parole. Questo perché la presente edizione segue un criterio rigorosamente oggettivo, rinunziando a scegliere fra ciò che si ritiene rilevante e ciò che si reputa privo di importanza, secondo una valutazione personale. Il CD-ROM prevede tre campi di ricerca. Il primo campo è quello della “Ricerca avanzata” e comprende una ricerca “tutto testo” oppure in sette specifiche aree del documento: pagina, anno, mese, giorno, cancellazioni, aggiunte, lapsus. Accanto all'apparato filologico vengono fornite le concordanze di singole parole, sintagmi, locuzioni e nomi che comprendono sia ciò che appartiene al testo definitivo sia ciò che è stato cancellato dall'autore. La ricerca per data non solo consente di avere tutti i testi scritti in un preciso momento, ma rende agevolmente disponibile un eccezionale repertorio datato della grafia leopardiana. Il secondo campo consiste nella “Ricerca Nomi” in cui sono stati elencati i nomi di tutti gli autori, editori e altri personaggi. Permette di ritrovare le occorrenze del nome, nel proprio contesto e nelle varie forme in cui compare nel testo leopardiano. Il terzo campo di ricerca è costituito dall’”Indice generale”, dove si trova la riproduzione fotografica degli indici creati da Leopardi per la consultazione dell’opera. In tutte le sezioni è possibile visualizzare il manoscritto leopardiano.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/864912
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact