Obiettivo di questo breve studio è di presentare il rapporto tra il grande erudito carniolano e l’Istria, la regione a lui meno nota tra tutte quelle descritte nella sua opera Die Ehre Deß Hertzogthums Crain – La Gloria del Ducato di Carniola. Vi sono certamente diversi dettagli che hanno ispirato pagine molto belle, note e interessanti della sua opera. La prima parte è dedicata alla descrizione sistematica dell‘Istria secentesca, così come la vede Valvasor. Analogamente a quanto fatto per le altre quattro regioni della Carniola dell’epoca, l’instancabile autore descrive l’Istria in tutti i suoi aspetti: da quello geografico a quello naturalistico, dallo storico all’etnologico e al religioso, dall’organizzazione ecclesiastica alla suddivisione in città e villaggi. Nella seconda parte scopriremo insieme – qualche volta direttamente, più spesso tra le righe – ciò che Valvasor maggiormente apprezzava dell’Istria e di altre parti della Croazia, ma anche quello che talvolta criticava severamente. Assieme all‘autore cercheremo di rivivere la fascinazione che l’Istria – vista come una terra un po’ „esotica“ – suscitava in lui e senza dubbio anche in altri visitatori di quel tempo.

Između objektivnog opisa i fascinacije pričanja: austrijska Istra u očima I. V. Valvasora (1641. – 1693.)

BIDOVEC, Maria
2012

Abstract

Obiettivo di questo breve studio è di presentare il rapporto tra il grande erudito carniolano e l’Istria, la regione a lui meno nota tra tutte quelle descritte nella sua opera Die Ehre Deß Hertzogthums Crain – La Gloria del Ducato di Carniola. Vi sono certamente diversi dettagli che hanno ispirato pagine molto belle, note e interessanti della sua opera. La prima parte è dedicata alla descrizione sistematica dell‘Istria secentesca, così come la vede Valvasor. Analogamente a quanto fatto per le altre quattro regioni della Carniola dell’epoca, l’instancabile autore descrive l’Istria in tutti i suoi aspetti: da quello geografico a quello naturalistico, dallo storico all’etnologico e al religioso, dall’organizzazione ecclesiastica alla suddivisione in città e villaggi. Nella seconda parte scopriremo insieme – qualche volta direttamente, più spesso tra le righe – ciò che Valvasor maggiormente apprezzava dell’Istria e di altre parti della Croazia, ma anche quello che talvolta criticava severamente. Assieme all‘autore cercheremo di rivivere la fascinazione che l’Istria – vista come una terra un po’ „esotica“ – suscitava in lui e senza dubbio anche in altri visitatori di quel tempo.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Austrijska Istra u ocima I.V. Valvasora.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Non pubblico
Dimensione 178.23 kB
Formato Adobe PDF
178.23 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/867481
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact