Il saggio ricostruisce la storia dei progetti compiuti da Scarpa per l'amico mercante d'arte Carlo Cardazzo e il loro ruolo nel contesto veneziano. L'analisi si concentra sulle due sedi della Galleria del Cavallino e sul padiglione del Libro d'Arte ai Giardini della Biennale, prove della straordinaria abilità di Scarpa nel fondere fonti artistiche e architettoniche, alla base della sua ricerca progettuale.

Carlo Cardazzo committente di Carlo Scarpa. La Galleria del Cavallino (1942, 1949) e il padiglione del Libro d’Arte (1950)

LANZARINI, Orietta
2008

Abstract

Il saggio ricostruisce la storia dei progetti compiuti da Scarpa per l'amico mercante d'arte Carlo Cardazzo e il loro ruolo nel contesto veneziano. L'analisi si concentra sulle due sedi della Galleria del Cavallino e sul padiglione del Libro d'Arte ai Giardini della Biennale, prove della straordinaria abilità di Scarpa nel fondere fonti artistiche e architettoniche, alla base della sua ricerca progettuale.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Orietta Lanzarini_cardazzo.pdf

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Non pubblico
Dimensione 407.14 kB
Formato Adobe PDF
407.14 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/880174
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact