Recensione a Marisa Bulgheroni, _Chiamami Ismaele_