La mobilità secondaria degli slot aeroportuali