Il lavoro affronta la figura del poliedrico artista Giovan Battista Caporali e i contesti architettonici in cui si trovò ad operare tra Perugia e Cortona nella prima metà del Cinquecento. Leitmotiv di tutta la trattazione è il commento ai primi cinque libri del trattato di Vitruvio - Vetruvio in volgar lingua raportato – pubblicato da Caporali nella primavera del 1536. Alcuni importanti riferimenti contenuti nell’opera inerenti la città di Perugia sono stati messi a confronto con significativi disegni della città realizzati nel 1540 da Antonio da Sangallo il Giovane e da alcuni suoi collaboratori, offrendo l’opportunità di formulare considerazioni che riguardano numerosi aspetti, fra cui i più significativi concernono le mura e gli accessi principali della città con una particolare attenzione allo studio antiquario dei monumenti etrusco-romani. Caporali si accosta al De Architectura di Vitruvio negli anni della sua piena maturità, tra il terzo e il quarto decennio del Cinquecento, dopo aver lavorato nei grandi cantieri romani al tempo di Bramante e alle dipendenze dei cardinali filomedicei Francesco Armellini e Silvio Passerini, grazie ai quali era venuto a più stretto contatto con Antonio da Sangallo il Vecchio, con il nipote Antonio il Giovane e con Baldassarre Peruzzi. Si sono pertanto affrontate le committenze architettoniche dei due potenti prelati che rappresentano uno snodo fondamentale per comprendere i tentativi di aggiornamento architettonico operati sia a Perugia che a Cortona tra il secondo e il terzo decennio del secolo.

Giovan Battista Caporali, artista erudito e interprete di Vitruvio. Contesti architettonici tra Perugia e Cortona nella prima metà del Cinquecento / Anna Rebecca Sartore - : . , 2021 Jun 30. ((33. ciclo, Anno Accademico 2019/2020.

Giovan Battista Caporali, artista erudito e interprete di Vitruvio. Contesti architettonici tra Perugia e Cortona nella prima metà del Cinquecento.

SARTORE, ANNA REBECCA
2021-06-30

Abstract

Il lavoro affronta la figura del poliedrico artista Giovan Battista Caporali e i contesti architettonici in cui si trovò ad operare tra Perugia e Cortona nella prima metà del Cinquecento. Leitmotiv di tutta la trattazione è il commento ai primi cinque libri del trattato di Vitruvio - Vetruvio in volgar lingua raportato – pubblicato da Caporali nella primavera del 1536. Alcuni importanti riferimenti contenuti nell’opera inerenti la città di Perugia sono stati messi a confronto con significativi disegni della città realizzati nel 1540 da Antonio da Sangallo il Giovane e da alcuni suoi collaboratori, offrendo l’opportunità di formulare considerazioni che riguardano numerosi aspetti, fra cui i più significativi concernono le mura e gli accessi principali della città con una particolare attenzione allo studio antiquario dei monumenti etrusco-romani. Caporali si accosta al De Architectura di Vitruvio negli anni della sua piena maturità, tra il terzo e il quarto decennio del Cinquecento, dopo aver lavorato nei grandi cantieri romani al tempo di Bramante e alle dipendenze dei cardinali filomedicei Francesco Armellini e Silvio Passerini, grazie ai quali era venuto a più stretto contatto con Antonio da Sangallo il Vecchio, con il nipote Antonio il Giovane e con Baldassarre Peruzzi. Si sono pertanto affrontate le committenze architettoniche dei due potenti prelati che rappresentano uno snodo fondamentale per comprendere i tentativi di aggiornamento architettonico operati sia a Perugia che a Cortona tra il secondo e il terzo decennio del secolo.
Architettura; G.B. Caporali; Vitruvio; Perugia; Cinquecento
Cinquecento
Giovan Battista Caporali, artista erudito e interprete di Vitruvio. Contesti architettonici tra Perugia e Cortona nella prima metà del Cinquecento / Anna Rebecca Sartore - : . , 2021 Jun 30. ((33. ciclo, Anno Accademico 2019/2020.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tesi completa definitiva_ Sartore.pdf

accesso aperto

Descrizione: Giovan Battista Caporali, artista erudito e interprete di Vitruvio.
Licenza: Creative commons
Dimensione 15.34 MB
Formato Adobe PDF
15.34 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/1212412
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact