I rifugiati e la medicina. Attrarre e deviare lo sguardo