Res cottidianae: una qualche fugacissima considerazione su di un'opera di Achille Meloncelli