Utilizzando fonti archivistiche inesplorate, sono stati studiati il sistema fiscale della Repubblica di Venezia, la circolazione delle merci sottoposte a dazi, la concessione a privati di monopoli per la commercializzazione dei prodotti di largo consumo e le articolazioni di quel vasto traffico di frodo in grado di aggirare controlli e sistemi repressivi. Il dilatarsi della coltivazione abusiva di tabacco e il progressivo ampliarsi del contrabbando sono messi in stretta correlazione con l’analisi della particolare struttura di comunità e di villaggi rurali che spesso nel corso del ‘700 insorsero contro le perlustrazioni e spianti, rivendicando autonomie e privilegi.

Contadini, sbirri e contrabbandieri nel Friuli del Settecento

BIANCO, Furio
2005

Abstract

Utilizzando fonti archivistiche inesplorate, sono stati studiati il sistema fiscale della Repubblica di Venezia, la circolazione delle merci sottoposte a dazi, la concessione a privati di monopoli per la commercializzazione dei prodotti di largo consumo e le articolazioni di quel vasto traffico di frodo in grado di aggirare controlli e sistemi repressivi. Il dilatarsi della coltivazione abusiva di tabacco e il progressivo ampliarsi del contrabbando sono messi in stretta correlazione con l’analisi della particolare struttura di comunità e di villaggi rurali che spesso nel corso del ‘700 insorsero contro le perlustrazioni e spianti, rivendicando autonomie e privilegi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/852186
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact