Su Veselovskij dantista: dal saggio Dante e la poesia simbolica del cattolicesimo (1866)