Nel panorama delle mostre di regime, l’«Esposizione dell’Aeronautica italiana», allestita nel Palazzo dell’Arte a Milano nel 1934, occupa un posto di grande rilievo politico e artistico. Il tema prescelto, particolarmente caro a Mussolini e di sicura presa sul grande pubblico, consente di ripercorrere la storia del volo, dagli studi di Leonardo ai primi arditi che tentarono di levarsi dal suolo, fino alle imprese aviatorie sostenute dal regime, che culminano con la crociera aerea del Decennale, dall’Italia agli Stati Uniti, guidata da Italo Balbo nel 1933. Per gli architetti chiamati ad allestire la cosiddetta “Mostra azzurra”, coordinati da Giuseppe Pagano, si tratta di un’occasione altrettanto preziosa per promuovere l’architettura moderna e candidarla come “arte di Stato”. Il saggio analizza nel dettaglio queste tematiche, sia da un punto di vista storico, sia progettuale, mettendo in rilievo le peculiarità di ciascuna delle 28 sale della mostra, senza trascurare il suo inquadramento nell’ambito più ampio delle esposizioni di regime.

«Arte al servizio di un'idea». Il ruolo dell’“Esposizione dell’Aeronautica italiana” (1934) nel dialogo tra arte, architettura, politica e pubblico

LANZARINI, Orietta
2016

Abstract

Nel panorama delle mostre di regime, l’«Esposizione dell’Aeronautica italiana», allestita nel Palazzo dell’Arte a Milano nel 1934, occupa un posto di grande rilievo politico e artistico. Il tema prescelto, particolarmente caro a Mussolini e di sicura presa sul grande pubblico, consente di ripercorrere la storia del volo, dagli studi di Leonardo ai primi arditi che tentarono di levarsi dal suolo, fino alle imprese aviatorie sostenute dal regime, che culminano con la crociera aerea del Decennale, dall’Italia agli Stati Uniti, guidata da Italo Balbo nel 1933. Per gli architetti chiamati ad allestire la cosiddetta “Mostra azzurra”, coordinati da Giuseppe Pagano, si tratta di un’occasione altrettanto preziosa per promuovere l’architettura moderna e candidarla come “arte di Stato”. Il saggio analizza nel dettaglio queste tematiche, sia da un punto di vista storico, sia progettuale, mettendo in rilievo le peculiarità di ciascuna delle 28 sale della mostra, senza trascurare il suo inquadramento nell’ambito più ampio delle esposizioni di regime.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
1445-8465-1-PB.pdf

accesso aperto

Descrizione: articolo completo
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 8.15 MB
Formato Adobe PDF
8.15 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/1099528
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact