Sull’opposizione “valore descrittivo”/”valore denotativo”