Il saggio affronta il tema dei beni della nobiltà nel Friuli dei secoli moderni, considerando sia le terre soggette alla Repubblica veneta dal 1420 che quelle della Contea di Gorizia e Gradisca, parte dei domini asburgici dal 1500. Dopo aver fatto riferimento al quadro normativo a cui i beni erano sottoposti nelle due realtà politiche, ci si interroga sulle modalità del loro passaggio da una famiglia all’altra, per acquisizione, matrimonio o eredità, prendendo l’esempio di alcuni casi e utilizzando fonti istituzionali e private. L’obiettivo è quello di mettere a fuoco le scelte economiche e matrimoniali che legano o che dividono le famiglie delle élites, il concreto agire di uomini e donne di fronte alla trasmissione. Questo approccio consente di dare sostanza ad una storia sociale dell’aristocrazia, di incentrarla sulla famiglia e sul genere, con l’intento di superare l’interpretazione politica che finora ha guidato la storia della nobiltà territoriale, specchio di un’idea oppositiva e divisiva di un confine per secoli politicamente delicato.

I beni della nobiltà nel Friuli moderno: un quadro d’insieme e alcuni casi di rivendicazioni maschili e femminili a cavallo del confine

laura casella
2019

Abstract

Il saggio affronta il tema dei beni della nobiltà nel Friuli dei secoli moderni, considerando sia le terre soggette alla Repubblica veneta dal 1420 che quelle della Contea di Gorizia e Gradisca, parte dei domini asburgici dal 1500. Dopo aver fatto riferimento al quadro normativo a cui i beni erano sottoposti nelle due realtà politiche, ci si interroga sulle modalità del loro passaggio da una famiglia all’altra, per acquisizione, matrimonio o eredità, prendendo l’esempio di alcuni casi e utilizzando fonti istituzionali e private. L’obiettivo è quello di mettere a fuoco le scelte economiche e matrimoniali che legano o che dividono le famiglie delle élites, il concreto agire di uomini e donne di fronte alla trasmissione. Questo approccio consente di dare sostanza ad una storia sociale dell’aristocrazia, di incentrarla sulla famiglia e sul genere, con l’intento di superare l’interpretazione politica che finora ha guidato la storia della nobiltà territoriale, specchio di un’idea oppositiva e divisiva di un confine per secoli politicamente delicato.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
I beni della nobiltà.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Non pubblico
Dimensione 727.42 kB
Formato Adobe PDF
727.42 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/1166844
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact