L’aumento di diametro nelle monete: soltanto un fatto di natura tecnica?