Processo sul credito "legittimante" e ammissibilità dell’azione surrogatoria