Dopo una discussione preliminare dei problemi dello stile di Sallustio e della sua evoluzione, viene effettuata un’analisi dei composti nominali, di tipo quantitativo, tematico e tipologico. I dati fanno emergere la dipendenza di Sallustio principalmente dal modello di Catone. Dal punto di vista evolutivo, si registra una flessione quantitativa nel passaggio dalla prima alla seconda monografia, compensata però dalla nascita di forme nuove, per poi raggiungere il massimo sviluppo quantitativo e qualitativo nelle Historiae. L’esame dei composti nelle Epistulae conferma i dubbi sulla loro autenticità.

La composizione nominale in Sallustio

ONIGA, Renato
1990

Abstract

Dopo una discussione preliminare dei problemi dello stile di Sallustio e della sua evoluzione, viene effettuata un’analisi dei composti nominali, di tipo quantitativo, tematico e tipologico. I dati fanno emergere la dipendenza di Sallustio principalmente dal modello di Catone. Dal punto di vista evolutivo, si registra una flessione quantitativa nel passaggio dalla prima alla seconda monografia, compensata però dalla nascita di forme nuove, per poi raggiungere il massimo sviluppo quantitativo e qualitativo nelle Historiae. L’esame dei composti nelle Epistulae conferma i dubbi sulla loro autenticità.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/675841
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact