Su alcune glosse di Esichio, Fozio, Suida e del Lexicon Vindobonense