1. Premessa. 2. Le modifiche al testo della l. 675/1996. 2.1 Ipotesi ulteriori di trattamento a prescindere dal consenso del soggetto “interessato”. 2.2 Il sistema delle notifiche: "rovesciamento”, “delega” e “autonomia”. 2.3 I dati “semi – sensibili”, i dati “più che comuni” e il prior checking: l’art.24-bis. 3. Riservatezza e identità. La “parabola” della privacy. 3.1 Origine individualistica della privacy e “condivisione delle informazioni” come sua negazione. 3.2 I “paradossi” della “riservatezza” e la “parabola” della privacy. 3.3 La tutela della “identità personale” come garanzia di funzionalità. 4. La difficile “libertà” dell’uomo “riservato”. 4.1 Per l’AN: dalla “autodeterminazione” alla “indeterminazione” informativa. 4.2 Per il QUANDO: il contenuto come vincolo nel futuro. 4.3 Per il QUOMODO: la “sovranità informatica”. 5. La “dignità della persona” nella legge 675/1996. 5.1 Diritto come “procedura”. 5.2 L’uomo come “centro di controllo” di informazioni. 5.3 Conclusione. L’aporia della “autodeterminazione informativa”. 6. Bibliografia. 6.1 Dottrina 6.2 Norme. 6.3 Decisioni.

Il concetto di “persona” nella legge “Sulla Privacy”

COSTANTINI, Federico
2002

Abstract

1. Premessa. 2. Le modifiche al testo della l. 675/1996. 2.1 Ipotesi ulteriori di trattamento a prescindere dal consenso del soggetto “interessato”. 2.2 Il sistema delle notifiche: "rovesciamento”, “delega” e “autonomia”. 2.3 I dati “semi – sensibili”, i dati “più che comuni” e il prior checking: l’art.24-bis. 3. Riservatezza e identità. La “parabola” della privacy. 3.1 Origine individualistica della privacy e “condivisione delle informazioni” come sua negazione. 3.2 I “paradossi” della “riservatezza” e la “parabola” della privacy. 3.3 La tutela della “identità personale” come garanzia di funzionalità. 4. La difficile “libertà” dell’uomo “riservato”. 4.1 Per l’AN: dalla “autodeterminazione” alla “indeterminazione” informativa. 4.2 Per il QUANDO: il contenuto come vincolo nel futuro. 4.3 Per il QUOMODO: la “sovranità informatica”. 5. La “dignità della persona” nella legge 675/1996. 5.1 Diritto come “procedura”. 5.2 L’uomo come “centro di controllo” di informazioni. 5.3 Conclusione. L’aporia della “autodeterminazione informativa”. 6. Bibliografia. 6.1 Dottrina 6.2 Norme. 6.3 Decisioni.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2002_01_01.pdf

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Non pubblico
Dimensione 207.1 kB
Formato Adobe PDF
207.1 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/679389
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact