Dare credito all’Europa delle competenze?