Lingua e dialetto nell'"Ernesto" di Saba