Tra sublime e Romantiek. L'esempio olandese