«Contestazioni a catena» e pluralità di procedimenti: una discutibile opinione delle Sezioni unite