Il fenomeno dell‟opsonizzazione e il conseguente incremento dell‟attività di fagocitosi da parte dei leucociti risultano determinanti nell‟eliminazione dei patogeni dall‟ospite. Le frazioni del complemento e gli anticorpi opsonizzanti sono molecole con un ruolo cruciale in tale processo, in associazione ai loro recettori: CR = complement receptor; FcR = recettore per la porzione Fc delle immunoglobuline. Nei mammiferi sono stati identificati quattro tipi di recettori per il C3, rispettivamente CR1, CR2, CR3 e CR4. Il CR1 (CD35) risulta espresso da granulociti neutrofili, eosinofili e da alcune sottopopolazioni di linfociti B e T. Esso promuove il legame e la fagocitosi di particelle rivestite dalle frazioni complementari C3b e C4b. L‟FcR (CD16) risulta espresso da numerose cellule di origine emopoietica (macrofagi e linfociti) e il suo ruolo appare determinante nella modulazione della risposta immunitaria mediata da anticorpi (rimozione di immunocomplessi o di particelle opsonizzate). Nei teleostei le conoscenze relative alla struttura e alla funzione dei recettori per il complemento e per la porzione Fc delle immunoglobuline sono scarse. Il coinvolgimento di recettori omologhi al CR1 di mammifero è stato studiato in carpa (Cyprinus carpio) e trota iridea (Oncorhynchus mykiss), ma solo in quest‟ultima specie sembra confermata l‟esistenza di una molecola con funzioni simili. La presenza di FcR è stata oggetto di indagine in pesce gatto (Ictalurus punctatus), Cyprinus carpio e danio zebrato (Danio rerio). La distribuzione delle cellule che esprimono tale recettore è stata descritta solo in carpa. Lo scopo della presente indagine è stato quello di valutare l‟espressione dei recettori CD35 e CD16 in popolazioni cellulari di natura emopoietica localizzate in vari tessuti di branzino (Dicentrarchus labrax). Con tale finalità, sezioni istologiche ottenute da tessuti prelevati da avannotti e giovanili (fissati in soluzione di Bouin) sono state sottoposte ad indagine immunoistochimica utilizzando i seguenti anticorpi: anti CD35 (CR1) policlonale da capra e anti CD16 policlonale da coniglio (Santacruz Biotechnology, Inc). L‟immunoreattività è stata evidenziata mediante ABComplex perossidasi e substrato diaminobenzidina (DAB). Cellule positive per l‟anticorpo anti CD35 sono state evidenziate a livello dei seguenti organi: tratto digerente, timo, rene anteriore, milza, cute, branchie, pancreas e fegato. Cellule positive per l‟anticorpo anti CD16 sono state evidenziate a livello di organi linfatici (timo, rene anteriore e milza), branchie, pancreas e tratto digerente. Morfologia, dimensione e localizzazione delle cellule che esprimono i recettori oggetto di indagine saranno discusse, cercando di definire il loro potenziale ruolo nella risposta immunitaria in branzino.

Dimostrazione immunoistochimica dei recettori CD35 e CD16 in branzino (Dicentrarchus labrax)

VOLPATTI, Donatella;BULFON, Chiara;CALLIGARO, Carla;BERALDO, Paola;GALEOTTI, Marco
2008

Abstract

Il fenomeno dell‟opsonizzazione e il conseguente incremento dell‟attività di fagocitosi da parte dei leucociti risultano determinanti nell‟eliminazione dei patogeni dall‟ospite. Le frazioni del complemento e gli anticorpi opsonizzanti sono molecole con un ruolo cruciale in tale processo, in associazione ai loro recettori: CR = complement receptor; FcR = recettore per la porzione Fc delle immunoglobuline. Nei mammiferi sono stati identificati quattro tipi di recettori per il C3, rispettivamente CR1, CR2, CR3 e CR4. Il CR1 (CD35) risulta espresso da granulociti neutrofili, eosinofili e da alcune sottopopolazioni di linfociti B e T. Esso promuove il legame e la fagocitosi di particelle rivestite dalle frazioni complementari C3b e C4b. L‟FcR (CD16) risulta espresso da numerose cellule di origine emopoietica (macrofagi e linfociti) e il suo ruolo appare determinante nella modulazione della risposta immunitaria mediata da anticorpi (rimozione di immunocomplessi o di particelle opsonizzate). Nei teleostei le conoscenze relative alla struttura e alla funzione dei recettori per il complemento e per la porzione Fc delle immunoglobuline sono scarse. Il coinvolgimento di recettori omologhi al CR1 di mammifero è stato studiato in carpa (Cyprinus carpio) e trota iridea (Oncorhynchus mykiss), ma solo in quest‟ultima specie sembra confermata l‟esistenza di una molecola con funzioni simili. La presenza di FcR è stata oggetto di indagine in pesce gatto (Ictalurus punctatus), Cyprinus carpio e danio zebrato (Danio rerio). La distribuzione delle cellule che esprimono tale recettore è stata descritta solo in carpa. Lo scopo della presente indagine è stato quello di valutare l‟espressione dei recettori CD35 e CD16 in popolazioni cellulari di natura emopoietica localizzate in vari tessuti di branzino (Dicentrarchus labrax). Con tale finalità, sezioni istologiche ottenute da tessuti prelevati da avannotti e giovanili (fissati in soluzione di Bouin) sono state sottoposte ad indagine immunoistochimica utilizzando i seguenti anticorpi: anti CD35 (CR1) policlonale da capra e anti CD16 policlonale da coniglio (Santacruz Biotechnology, Inc). L‟immunoreattività è stata evidenziata mediante ABComplex perossidasi e substrato diaminobenzidina (DAB). Cellule positive per l‟anticorpo anti CD35 sono state evidenziate a livello dei seguenti organi: tratto digerente, timo, rene anteriore, milza, cute, branchie, pancreas e fegato. Cellule positive per l‟anticorpo anti CD16 sono state evidenziate a livello di organi linfatici (timo, rene anteriore e milza), branchie, pancreas e tratto digerente. Morfologia, dimensione e localizzazione delle cellule che esprimono i recettori oggetto di indagine saranno discusse, cercando di definire il loro potenziale ruolo nella risposta immunitaria in branzino.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/692081
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact