L'edizione a cura di F. Feola del più antico trattato pisano di geometria offre l'occasione di individuare le particolari cautele metodologiche che vannno tenute presenti nel trattare un testo scientifico antico: controllo della lezione, esame delle fonti, studio linguistico e non solo lessicale sono ambiti in cui il testo scientifico differisce da quello letterario il cui studio costituisce finora il paradigma interpretativo dominante.

Geometria in volgare

BOCCHI, Andrea
2009

Abstract

L'edizione a cura di F. Feola del più antico trattato pisano di geometria offre l'occasione di individuare le particolari cautele metodologiche che vannno tenute presenti nel trattare un testo scientifico antico: controllo della lezione, esame delle fonti, studio linguistico e non solo lessicale sono ambiti in cui il testo scientifico differisce da quello letterario il cui studio costituisce finora il paradigma interpretativo dominante.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
06_note.pdf

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Non pubblico
Dimensione 74.9 kB
Formato Adobe PDF
74.9 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11390/860034
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact