Il trend - in positivo - dell' equo e solidale è stato accolto, da un certo numero di studiosi, con un certo scetticismo: la fase pionieristica, tuttavia, è superata ; si deve affrontare il tema della "regolazione" (tra problemi di mercato e tutela delle parti) e si devono tenere in considerazione i molteplici interessi in gioco. Vengono quindi presi in esame, sotto il profilo giuridico, il "pacchetto qualità", che contiene un certo numero di "promesse" del legislatore europeo e l'impostazione del reg. UE n. 1169/2011 con i suoi riflessi: emergono alcuni punti critici.

Aspetti giuridici della certificazione e dell'etichettatura nel commercio equo e solidale

MACCIONI, Gioietta
2011

Abstract

Il trend - in positivo - dell' equo e solidale è stato accolto, da un certo numero di studiosi, con un certo scetticismo: la fase pionieristica, tuttavia, è superata ; si deve affrontare il tema della "regolazione" (tra problemi di mercato e tutela delle parti) e si devono tenere in considerazione i molteplici interessi in gioco. Vengono quindi presi in esame, sotto il profilo giuridico, il "pacchetto qualità", che contiene un certo numero di "promesse" del legislatore europeo e l'impostazione del reg. UE n. 1169/2011 con i suoi riflessi: emergono alcuni punti critici.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Maccioni[1]- Aspetti giuridici della certificazione.pdf

non disponibili

Descrizione: articolo in rivista
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Non pubblico
Dimensione 151.26 kB
Formato Adobe PDF
151.26 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11390/870598
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact